L’Annunciazione ai Tempi nostri

  • -

L’Annunciazione ai Tempi nostri

Buonasera,

questa sera mi permetto una riflessione che esula dal mero contesto aziendale. O meglio…prendo spunto da un refuso del mio libro…per fantasticare con la mia solita ironia su quello che accadrebbe al giorno d’oggi se Maria dovesse andare a dire a Giuseppe che è venuto un Arcangelo a parlarle.

Dunque…innanzitutto, forse ai tempi nostri, secondo me…con tutto il male che c’è in giro….di Sacra Famiglia invece che una, ce ne vorrebbero 144mila… così almeno siamo ben sicuri di essere distribuiti sul territorio per ripristinare il bene nel mondo.

Poi…pretendere da Maria di essere illibata a 15 anni ai giorni nostri…mmm….semmai pura nel cuore e completamente immersa in una vita di amore incondizionato verso Dio e verso il prossimo si…

Infine…Giuseppe e Maria non possono essere promessi sposi. Invece potrebbe essere vero il contrario, che i genitori si battono per allontanarli:

“Maria, trovati uno con una bella laurea! che te ne fai di un falegname che lavora di domenica? sarà uno squattrinato, oggi vanno tutti all’Ikea!”

“Giuseppe, lascia perdere quella là! non lo vedi quant’è giovane? ti mette nei casini quella…e poi stai sicuro che una così, a te non te la darà mai!”.

Quindi va da sè che Giuseppe e Maria, al massimo si conoscono e più o meno si ignorano.

Comunque, dicevo. Immaginiamo Maria che, dopo essere stata illuminata dall’Arcangelo sul suo futuro, va in cerca di Giuseppe.

Cammina cammina, cerca e cerca…e intanto pensa “si…e come glielo dico io a Giuseppe che m’è venuto a parlare un Arcangelo?!?! a me ?!?!? e quando mi crederà mai…”

Cammina cammina e…..Eccolo lì davanti!

Lei lo guarda da lontano…lui si gira e pensa: “mmmm…Maria?! e cosa vuole adesso da me?”

Maria si avvicina…timidamente…pensando..”inizio a parlargli…provo a prenderla alla larga..vediamo un pò come reagisce”.

Maria: “Ciao Giuseppe”

Giuseppe: “mmm…ciao” facendo finta di non guardarla negli occhi. Lui se la tira un pò…e intanto si accende una sigaretta con l’aria da “non me ne frega niente”, perchè ha visto in televisione che così fanno quelli fighi.

Maria, intimidita prova a dire: “no..niente..mi chiedevo..non è che per caso…magari noi due..io e te… fare subito una famiglia insieme…eh? che ne pensi?”

Giuseppe, ridendosela sotto i baffi a vedere la simpatica goffaggine di questo faccino angelico,  balbettando come un analfabeta, le risponde: “mmm..no”.

Maria, presa contropiede risponde: “ah…ok…non fa niente”. E se ne va con la coda fra le gambe pensando “mamma che figuraccia che ho fatto…! si l’Arcangelo a lui….e chi glielo racconta? vabbeh…sarà per la prossima volta dai”.

Giuseppe la vede andar via pensando fra se e sè “che strana…carina però…peccato che io sono il doppio più grande di lei..una famiglia subito…come le viene in mente….non ci siamo neanche mai baciati…”

Passano i giorni…Maria non si dà pace…Giuseppe pensa ai fatti suoi…ad altre amiche da frequentare…smessaggia sul cellulare, si beve una birra con gli amici e guarda la partita. Ogni tanto ci pensa a Maria, a quella pace che prova dentro al cuore quando parla con lei…però poi razionalizza tutto subito e conclude: “mmm…mi sembra un pò svalvolata a dire la verità…direi anzi,  fuori dalla realtà”.

Maria nel frattempo non si arrende. Vuole compiere la missione fino alla fine. Non può andare dalla madre a dirle che è venuto un Arcangelo a parlarle, altrimenti la porterebbe da un neurologo. Non può dirlo alle amiche che credono solo alle fatine dei cartoni animati. Non può dirlo al padre che le farebbe le analisi del sangue per vedere se si è drogata. Lo dice al simpatico prete, fiduciosa, ma questo le risponde: “figliola, con tutto il male che c’è in giro al giorno d’oggi..ti sarai sbagliata….ti sei fatta dare una benedizione? non è che per caso sei posseduta? “. Allora Maria capisce che deve fare tutto da sola, inizia a somatizzare l’ansia e si chiede se non è il caso di comprare i fiori di Bach.  Nel frattempo  ha un’idea…ruba al padre tutti i libri di PNL e comunicazione efficace che si è comprato per avere successo nelle vendite commerciali…così può prepararsi il discorso!

Purtroppo, lei di Giuseppe non sa un gran che. Solo che se lo deve sposare. Non sa dove trovarlo. Non sa più dove lavora. Non sa più dove abita. Al cellulare non risponde. Sui social networks non vuole starci. Amici in comune  ne hanno giusto un paio, ma sono completamente inaffidabili, invidiosi e giudicanti. Meglio lasciar perdere, sono buoni solo a mettere i bastoni fra le ruote.

Nel frattempo Giuseppe sa che Maria lo sta cercando. Ma lui si sente inadeguato. La vede molto diversa dal suo mondo e pensa di non poterla rendere felice. Appena la vede, sente una grandissima potenza, come se si aprissero i cieli sopra di lui…e si sente investito di una grande responsabilità..così l’unica cosa che ha voglia di fare è fuggire. Quindi non si fa trovare. Poi un giorno camminando, all’improvviso se la trova davanti.

Lei: “Giuseppe, devo parlarti”

Lui, sapendo bene che quando una donna inizia così, non si preannuncia niente di buono, risponde: “mah…a me sembra che non ci sia niente da dire. ciao”

E si volatilizza via. Di certo non sta li a pensare che lei è incinta, visto che  di sicuro lei non è il tipo di ragazza che fa la facile con gli altri..

Maria è affranta…un’altra occasione persa. Parlare con Giuseppe è più difficile che parlare con l’amministratore delegato di una multinazionale.

Giuseppe è stanco, non vuole avere niente a che fare con lei che si vuole sposare, non sa come spiccicarsela di dosso ed è troppo dolce e innocente quella ragazza per poterla denunciare di stalking. Lui neanche si chiede perchè lei insiste così tanto con lui. Vuole solo sentirsi rispettato perchè ormai ha detto “no” e se è no è no, quindi non se ne parla.

Finchè un giorno lei ha un’idea meravigliosa! gli manda un sms:

” L’Arc. Gabriele mi ha mostrato il progetto per noi: è una creazione divina. Chiede il tuo contributo  per accogliere un bambino prodigio. Ti va di aiutarmi? Grazie. Maria”.

Giuseppe apre il messaggio, lo legge e pensa: “Ecco lo dicevo io che c’era la fregatura dietro…questa vuole solo i soldi, come tutte le altre.”

Così cestina il messaggio e si rimette a guardare la televisione con la sigaretta in mano. Dopo un pò si addormenta… e ha un sogno molto vivido, in cui vede l’Architetto Gabriele con delle ali alle spalle, che gli apre le porte del Paradiso e, con le chiavi in mano, gli dice “devi andare da Maria e farla tua sposa. Maria aspetta un Figlio.”.

La mattina Giuseppe riapre gli occhi e pensa: “Certo che il film di ieri sera mi ha proprio suggestionato!” e ritorna tranquillamente al suo lavoro.

Fine della storia.

**************************************************************************************************************************************************************************************

Eh …quando le donne dicono che gli uomini devono darsi una svegliata! 😀 Fa ridere eh?… quando si dice la differenza fra la realtà e la Verità…Al giorno d’oggi  forse Gesù neanche nascerebbe…. scusate il cinismo. Per fortuna che è nato 2000 anni fa, quando gli uomini credevano ancora agli angeli. 😉


Traduci nella tua lingua

Segui la pagina Facebook


Warning: array_merge(): Argument #1 is not an array in /home/manage30/public_html/wp-includes/widgets/class-wp-widget-media-image.php on line 62

Ordina una copia del libro


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/manage30/public_html/wp-includes/widgets/class-wp-widget-media-image.php on line 200